El servicio también está disponible en tu idioma. Para cambiar el idioma, pulseEnglish
Best analytics service

Add your telegram channel for

  • get advanced analytics
  • get more advertisers
  • find out the gender of subscriber
CategoríaSin especificar
Ubicación del canal e idioma

audience statistics Davide Zedda (Giornalismo di inchiesta, informazione e controinformazione)

Giornalismo d’inchiesta, libero pensiero, libera informazione e controinformazione  #ZS73  
75 170-28
~18 518
~16
24.62%
Calificación general de Telegram
Globalmente
34 013lugar
de 6 950 946
147lugar
de 14 230

Género de suscriptores

Averigua cuántos suscriptores masculinos y femeninos tienes en el canal.
?%
?%

Idioma de la audiencia

Descubre la distribución de los suscriptores de canales por idioma
Ruso?%Inglés?%Árabe?%
Crecimiento del canal
GráficoTabla
D
W
M
Y
help

La carga de datos está en curso

Duración del usuario en el canal

Descubra cuánto tiempo permanecen los suscriptores en el canal.
Hasta una semana?%Viejos?%Hasta un mes?%
Ganancia de suscriptores
GráficoTabla
D
W
M
Y
help

La carga de datos está en curso

Since the beginning of the war, more than 2000 civilians have been killed by Russian missiles, according to official data. Help us protect Ukrainians from missiles - provide max military assisstance to Ukraine #Ukraine. #StandWithUkraine
***ULTIM’ORA - Italia sotto violento attacco hacker ancora in corso: “Decine di sistemi nazionali compromessi”*** Secondo quanto si apprende sarebbero già stati compromessi diversi sistemi nazionali. I tecnici dell'Acn hanno già allertato numerosi altri soggetti potenziali obiettivi Un "massiccio attacco tramite un ransomware già in circolazione" è stato rilevato dal Computer security incident response team Italia dell'Agenzia per la cybersicurezza nazionale. L'attacco ha preso di mira i server VMware ESXi, la cui vulnerabilità era stata già sfruttata dagli hacker in passato, ma corretta dal produttore. I tecnici dell'Acn hanno già censito "diverse decine di sistemi nazionali verosimilmente compromessi e allertato numerosi soggetti i cui sistemi sono esposti ma non ancora compromessi". Tuttavia, si spiega, "rimangono ancora alcuni sistemi esposti, non compromessi, dei quali non è stato possibile risalire al soggetto proprietario. Questi sono chiamati immediatamente ad aggiornare i loro sistemi. I primi ad accorgersi dell'attacco sono stati i francesi, probabilmente per via dell'ampio numero di infezioni registrato sui sistemi di alcuni provider in quel Paese. Ma in questo momento sono qualche migliaio i server compromessi in tutto il mondo, oltre alla Francia, Finlandia e Italia, fino al Nord America, in Canada e negli Stati Uniti. Lo sfruttamento della vulnerabilità, spiega ancora l'Agenzia,  "consente in una fase successiva di portare attacchi ransomware che cifrano i sistemi colpiti rendendoli inutilizzabili fino al pagamento di un riscatto per avere la chiave di decifrazione". Unisciti al Canale Telegram
Mostrar más ...
Davide Zedda (Giornalismo di inchiesta, informazione e controinformazione)
Giornalismo d’inchiesta, libero pensiero, libera informazione e controinformazione #ZS73
1 186
42
3 470
18
IL COMMENTO ALLA NOTIZIA | Lo abbiamo sempre definito il male assoluto, perché il Pd è indiscutibilmente il male assoluto. Hanno governato sostanzialmente per venti anni di fila senza passare dalle elezioni e schierandosi apertamente contro gli interessi della nazione e del popolo. Sono stati i più accesi sostenitori del Green Pass, degli obblighi vaccinali, delle sospensioni dal lavoro senza stipendio e dell’apartheid. Da sempre Da sempre lontani anni luce dalla vita reale del Paese (ma sempre con le mani in pasta e protagonisti di mille scandali), ora il Pd non è soltanto in crisi, non è soltanto in caduta libera nei sondaggi, oggi il Pd è sempre più vicino alla sua fine. Tra liquidazioni, scissioni, costituente, ora il vertiginoso crollo degli iscritti e le casse del partito al verde così come ammesso pubblicamente da a Bonaccini e dai vertici del partito. Verità La verità è soltanto una: il Pd (comunque vadano le cose), è destinato alla morte politica ed economica. E ne siamo profondamente felici. Davide Zedda Unisciti al Canale Telegram
Mostrar más ...
4 893
22
VIDEO | Educazione civica 2030 - Elisabetta Frezza La nuova educazione civica è stata introdotta con la legge del 92, ed è entrata in vigore nel 2020, guarda caso proprio quando è iniziata l'era pandemica. È stata sfruttata questa etichetta che era più o meno conosciuta da tutti, inattaccabile, per fare entrare dei contenuti completamente nuovi. L'educazione civica attuale non è più limitata alle scuole superiori, ma prosegue per tutto il percorso di studio. È una materia che opera trasversamente, quindi permea in tutte le materie di studio fondamentali Riguarda il forgiare il cittadino globale e digitale secondo l'agenda 2030. Siamo difronte a tutti gli effetti a un nuovo totalitarismo. L'obbiettivo è di creare un pensiero unico. Tutti quelli che non si adeguano vengono ghettizzati e banditi dalla società possibilmente anche ridotti alla fame. Evidentemente lo faranno grazie anche a tutti quei sistemi di controllo digitale e attraverso la famosa moneta digitale Unisciti al Canale
Mostrar más ...

file

5 789
78
IL COMMENTO ALLA NOTIZIA | Anche gli angeli (così venivano definiti medici ed infermieri nel bel mezzo della farsa pandemica), allegramente si drogano negli ospedali a rischio e pericolo dei pazienti. Anzi, soltanto a rischio e pericolo per i pazienti e per chiunque passa per un ospedale. È una piaga (definiamola così), antica, un qualcosa che era già finito sui giornali anni fa, ma che ora ritorna con prepotenza. L’allarme parla di punte che arrivano anche al 60% di “tossici” all’interno degli ospedali. Ovviamente si tratta di una percentuale media, non significa dunque che il 60% dei medici e degli infermieri abusino di sostanze stupefacenti. La beffa Non li si può fermare in alcun modo per due motivi. Il primo per carenza di personale, il secondo perché manca una norma di legge specifica. Dunque, medici, infermieri, autisti di ambulanze, e più in generale buona parte del personale ospedaliero, lavora in condizioni alterate da sostanze stupefacenti. Cosa augurarci? Che nessuno finisca in ospedale, perché gli ospedali sono in assoluto uno dei luoghi meno sicuri. Davide Zedda Unisciti al Canale Telegram
Mostrar más ...
6 640
83
AUDIO | Per voi ❤️ Reciprõcus… Messaggio di verità dedicato alla nostra piccola e meravigliosa famiglia delle 13:00 🔥🔥🔥 Davide Unisciti al Canale Telegram

file

6 746
1
IL COMMENTO AL VIDEO | So perfettamente che Nicola Gratteri è un personaggio che divide, ma come sempre mi accade, non guardo alla persona che pronuncia una frase o un concetto, ma guardo la frase ed il concetto. Tutto vero Dopo Aldo Moro non si è più investito in istruzione, ed è così da decenni è stato permesso volutamente al potere di poter governare e dominare un popolo non più istruito, dunque ignorante. È proprio vero, il potere vuole un popolo bue, un popolo che ride davanti alla Tv, anch’essa portata avanti da persone ignoranti scelte per offrire un servizio per ignoranti. Ogni giorno che passa, è sempre più profetica la riflessione che Aldo Moro fece nel 1976: “Questo Paese non si salverà, e la stagione dei diritti e delle libertà si rivelerà effimera sé in Italia non sorgerà un nuovo senso del dovere. Senso del dovere Se insieme ai nostri figli riusciremo a far nascere un nuovo senso del dovere (e dunque di conoscenza, responsabilità, più in generale di risveglio), ci salveremo. Diversamente (per come la vedo io), nessuno si salverà. A questo giro si è salvato chi ha resistito: ma ho sempre detto che al prossimo giro (di cui nulla sappiamo), per salvarsi non basterà resistere. Occorre unità e conoscenza, ed un nuovo senso del dovere. Tutte cose che francamente non vedo, perché ad oggi non ci sono. Conclusione Le élite globaliste, i padroni universali del mondo puntano sul modello del dividi et impera, per di più in una società, e più in generale in un mondo (specie quello occidentale), in cui si è scivolati nell’ansito, nell’individualismo e nell’ombra. Spero che queste parole e questa riflessione non cada nel nulla. Più in generale non cadano nel nulla i concetti che esprimo e le riflessioni che propongo quotidianamente nei video delle 6:30 del mattino e negli audio delle 13:00, e spesso negli editoriali e nei commenti a questi video delle 12:00. Davide Zedda Unisciti al Canale Telegram
Mostrar más ...

IMG_4978.MP4

7 654
107
Prosegue la suicida ma voluta politica di innalzamento dei tassi di interesse da parte della BCE con la scusa di contrastare l’inflazione, ma ciò è impossibile. Dopo un primo aumento, la BCE aveva già detto che avrebbe proseguitò sulla strada del rialzo dei tassi di interesse. L’ennesima conferma è arrivata direttamente dalla Lagarde che ha partecipato al Wef di Davos, dunque l’annuncio ufficiale nella giornata di ieri. Che succede? 1) Aumento tassi di interesse, dunque il costo del denaro. Idem i tassi di interesse per i mutui, i prestiti, e il costo del debito pubblico, con il Governo che dovrà pagare più cari (con i nostri soldi), gli interessi ai suoi debitori. 2) A Marzo parte il quantitative tightening, che taglierà gli acquisti di titoli di debito di stato italiani. Tradotto, i tassi di interesse saliranno ulteriormente, lo spread idem, e anche le tensioni dei mercati sui nostri conti pubblici. 3) A novembre è entrato in vigore il nuovo patto di stabilità UE. Ciò significa che il debito e il deficit devono tornare a scendere anno dopo anno, costi quel che costi. Il tutto in piena recessione, per quella che io stesso definisco una vera e propria tempesta economica perfetta. Davide Zedda Unisciti al Canale Telegram
Mostrar más ...
7 745
21
VIDEO | 🇿🇦 SudAfrica - L'incredibile conferenza stampa del Presidente della Corte Suprema del SudAfrica Mogoeng MOGOENG (DIC 2020) Conferenza avvenuta a fine 2020 in occasione del rapporto giudiziario annuale, qualche settimana prima della distribuzione dei primi vaccini per il Covid 19. "Ci sono questioni che devono essere affrontare. Credo che con tutto il mio cuore che tutti quanti, in particolare i leader, devono essere all'altezza delle loro parole, devono essere all'altezza delle proprie azioni, devono assumersi la responsabilità per tutto quello che dicono. SE ESISTE UN QUALSIASI VACCINO CHE È STATO PRODOTTO PER PROMUOVERE UN'AGENDA SATANICA DEL MARCHIO DELLA BESTIA, il 666, SE C'È QUALUNQUE VACCINO CHE È STATO PRODOTTO ALLO SCOPO DI ALTERARE IL DNA DELLE PERSONE... QUEL VACCINO DEVE ESSERE BRUCIATO, DEVE MORIRE, DIO DEVE INTERVENIRE E DISTRUGGERLO. Quindi chiunque supporti un vaccino che infonde il 666 nei corpi delle persone, chiunque supporti un vaccino che sia destinato ad alterare il DNA delle persone... potrei capire se lanciassero un allarme. Voglio che ogni cosa corrotta sia distrutta. Quindi queste persone che sostengono l'agenda satanica devono venire fuori e dirci cosa vogliono fare con questo marchio 666... devono dirci il perché! Io sono di mentalità indipendente. Per molto tempo le persone hanno avuto paura di esprimersi liberamente e con la massima decisione di cui hanno bisogno. Le persone non potranno manipolarci per seguire la loro linea, a pensare a modo loro. LORO VOGLIONO CHE TUTTI GLI ALTRI IN QUESTO PAESE E IN TUTTO IL MONDO LA PENSINO COSÌ. Non sono in quella categoria. Non sono preoccupato della mia reputazione. SI STA CERCANDO DI CONFORMARCI...IO NON SONO UN CONFORMISTA. Esprimo sentenze che sono in linea con i miei principi cristiani." Unisciti al Canale Telegram
Mostrar más ...

file

8 750
171
VIDEO | GEOINGEGNERIA: GIULIETTO CHIESA Padroni di Nulla- Firenze 22 Febbraio 2014 La geoingegneria è uno dei temi da trattare, perché siamo giunti alla consapevolezza che si tratta di un problema di vitale importanza per la nostra sopravvivenza. Per molto tempo le abbiamo chiamate scie chimiche, fenomeno che tutti noi abbiamo osservato talmente tante volte da convincerci definitivamente che non potevano essere scie di condensa, non potevano essere prodotti da aerei di linea, non potevano essere prodotto di fenomeni naturali, ed è impossibile negarne l'esistenza. Milioni di persone non sanno nulla di scie chimiche. La stragrande maggioranza della popolazione italiana ignora il problema, anche se sono andate a moltiplicarsi vertiginosamente e sempre più visibili, ci sono milioni di persone che alzano gli occhi al cielo e non le vedono, o non le notano, o se le notano, non capiscono che sono prodotte dalla mano dell'uomo. I programmi di geoingegneria sono in mano a militari tenuti al riparo da ogni controllo pubblico, persino dal controllo dei parlamenti e governi. Chi si occupa di queste cose sono i servizi segreti. E i servizi segreti della NATO, sono delle filiali della CIA, ed eseguono i suoi ordini. Questi poteri sono in grado di influenzare direttamente le forze politiche, settori decisivi degli apparati dello Stato di tutti i livelli. Sono in grado di intimidire quando è il caso di stroncare con ogni mezzo quelli che considerano i ficcanaso. Questi poteri sono in grado di fermare settori decisivi della magistratura Il controllo dell'informazione è uno dei mestieri principali e lo sanno fare benissimo. L'intero sistema dell'informazione e comunicazione è contro di noi, ed è impegnato a nascondere, deformare, ridicolizzare ogni barlume di spiegazione che possa emergere, non solo nel campo della geoingegneria Esiste molto diffusamente distribuito un vasto esercito di gatekeepers, dei guardiani della prigione di matrix, nella quale milioni di persone sono rinchiusi Unisciti al Canale
Mostrar más ...

file

10 081
230
VIDEO | Emanuela Orlandi: tutta la verità (Parte 2) (Replica su vostra richiesta del 27 gennaio 2023) (Davide Zedda) Sostieni il canale e il mio lavoro per voi con una donazione: ecco il link 👉 Unisciti al Canale Telegram

file

9 946
69
SERIE TV | 🎬 Utopia ➖ S1 EP06 ✏️ Rispetta il tuo scopo Jessica deve fare i conti con una scioccante rivelazione, mentre Arby mette in discussione il suo passato. Michael si svela mentre cerca risposte. Unisciti al Canale Telegram

file

11 303
51

video.mp4

11 736
3
12 056
99
11 680
53
IL COMMENTO ALLA NOTIZIA | Detto che questa notizia è stata riportata da parecchi giornali, ho deciso di farne nuovamente l’analisi stavolta utilizzando questo articolo. Papa Benedetto si sarebbe dimesso causa insonnia, ovvero, permettetemi per una causa francamente non credibile. Non regge, non sta in piedi. Cosa fanno i media Sostanzialmente ci dicono che abbiamo ragione a dubitare sulla causa delle dimissioni di Benedetto XVI, e il loro tentativo di affossare qualsiasi teoria del complotto in merito alle dimissioni di Ratzinger, regge ancora meno dell’insonnia di Benedetto. Iniziamo con il titolo: L’insonnia di Papa Benedetto XVI è più potente di un complotto. Dunque, il pontefice si sarebbe dimesso a causa di una strana forma di insonnia, talmente potente che però non ci spiegano, ma certamente più potente del complotto, tradotto del potersi anche soltanto porre delle riflessioni, avanzare dubbi, domande. Accidenti ai complottisti! Nel sottotitolo lèggiamo qualcosa di ancor più ridicolo: Sarà una spiegazione deludente per le storiche dimissioni di Ratzinger, ma la vita, spesso, ha una trama semplice. E sui libri di storia si dovrebbe dare più peso all’uso era di Napoleone e a quella di Mussolini, alla paura della morte di Putin (citarlo negativamente è cosa sempre gradita N.d.r.), e alle frustrazioni giovanili di Hitler, come alla banale insonnia del Papa. Conclusione Ringraziamo i media per averci dimostrato inequivocabilmente le reali motivazioni delle dimissioni del Papa, che dunque non hanno nulla a che vedere con la lotta (anzi, le lotte), intestine al Vaticano, alla pedofilia ed al caso Orlandi. Giusto per citare alcune tematiche un tantino più convincenti dell’insonnia. Davide Zedda Unisciti al Canale Telegram
Mostrar más ...
11 341
22
11 489
77
IL COMMENTO ALLA NOTIZIA | Siamo al ridicolo. Il viagra la prova che Messina Denaro non si è consegnato. Siamo davanti all’ennesimo goffo e disperato tentativo di coprire quella che è risultata essere ben più di una sconfitta delle istituzioni: qui siamo alla figuraccia di Stato. È la stessa mafia (nella figura di Gaspare Mutolo), ad avvalorare quanto da noi esposto fin dalle prime ore dell’arresto di Matteo Messina Denaro. Ci fosse ancora bisogno, ora sappiamo definitivamente che non vi è stata nessuna cattura ma una messa in scena che ha permesso alle parti di lavorare insieme per arrivare alla consegna da una parte ed al blitz mediatico dall’altra. Dunque la trattativa Stato Mafia, esisteva ed esiste ancora oggi. Analisi e conclusione Ovviamente (e non certo da oggi), sapevano perfettamente dove trovarlo e dove si trovasse. Perfino il luogo dell’arresto è talmente clamorosamente scoperto e alla luce del sole che è facile comprendere che vi sia stato un accordo sul dove organizzare l’arresto. È così, perché si arriva ad un punto in cui si fanno i patti con il Diavolo,. Il pericoloso latitante non serve più a nessuno, lo Stato (già in possesso di tutte le informazioni utili sia per avviare azioni giudiziarie che per i dovuti ed immancabili insabbiamenti), vuole farsi vedere forte. Il Governo in carica si è preso e continuerà a prenderà il merito di un qualcosa non compiuto da questo esecutivo. Davide Zedda Unisciti al Canale Telegram
Mostrar más ...
11 553
23
12 642
288
IL COMMENTO ALLA NOTIZIA | È molto grave ciò che è accaduto a Sulmona (Abruzzo, ne abbiamo già parlato attraverso il video, ), ma è anche vero che la faccenda è finita nelle mani del Tribunale per i diritti del malato, perché non dimentichiamo che è fondamentale denunciare chi non rispetta la legge ed in nome del vaccino, non più obbligatorio, si rifiuta addirittura di curarci. I fatti La guardia medica si rifiuta di compiere una visita a domicilio perché la paziente non è vaccinata, chiede per poter intervenire, tuttavia in studio e non a domicilio, un tampone negativo. A chiamare la guardia medica è stata una mamma cinquantenne per conto della figlia trentenne che accusava pesanti dolori addominali. Alla fine la ragazza è stata soccorsa dal 118. Conclusione Denunciate sempre (è sufficiente chiamare i Carabinieri), chiunque vi neghi cure o servizi poiché non vaccinati. I vaccini no sono più obbligatori, il green pass non esiste più nel nostro ordinamento giuridico, le mascherine sono obbligatorie soltanto negli ospedali e nelle Rsa con documentatovi nel dettaglio di legge nel mio editoriale delle ore 11:00 di lunedì. Davide Zedda Unisciti al Canale Telegram
Mostrar más ...
12 106
48
AUDIO | Per voi ❤️ Il messaggio delle 13:00 che non ti aspetti… 🧨🧨🧨 Davide e Nicola Unisciti al Canale Telegram

file

11 481
6
IL COMMENTO AL VIDEO | La premessa sta nel fatto che Vespa si è recato a Kiev (o dove meglio sarà stato organizzato l’incontro, ne abbiamo visto alcune immagini), per intervistare in esclusiva per la Rai il fantoccio USA messo da Washington a capo dell’Ucraina. Fin qui ci può stare, perché nella logica della retorica e della cieca obbedienza atlantista che i servi camerieri italiani devono portare avanti per compiacere al padrone USA, ciò non sorprende. Anzi, è prassi. Ma poiché agli italiani dell’Ucraina sostanzialmente (rispetto ai primi mesi di guerra), nulla importa, ecco che il mainstream italiano si gioca la carta della disperazione: Zelensky sarà in collegamento video al Festival di Sanremo per raccogliere il massimo delle attenzioni, essendo il Festival il programma più seguito ed atteso dell’anno dagli italiani. Che squallore! Ciò premesso Cruciani parla giustamente di pagliacciata, di una guerra che assume sempre più i contorni di uno show. Personalmente aggiungo che ormai (lo dimostrano i sondaggi che abbiamo analizzato), gli italiani sono per la stragrande maggioranza contrari alla guerra e non simpatizzano più come nei primi mesi del conflitto per l’Ucraina e per Zelensky. Tanto che la mossa di far intervenire in collegamento video Zelensky, sarà una mossa propagandistica che si ritorcerà contro il sistema, Zelensky e l’Ucraina. Perché chi guarderà il festival (milioni di italiani lo guardano), avranno un sentimento di fondo di crescente antipatia nei confronti di Zelensky e dell’Ucraina. Dunque, bene: che il pupazzo di Kiev si colleghi in video. Davide Zedda Unisciti al Canale Telegram
Mostrar más ...

IMG_4792.MP4

12 041
40
Se non ci saranno nuove truffe speculative pilotate da Bruxelles, già prestissimo potrebbe finire la farsa energetica. Che succede Nonostante sia arrivato il freddo (dunque c’è un picco di domanda di gas), il prezzo del gas alla Borsa di Amsterdam, anziché salire è sceso prima a quota 82 euro, ora a quota 54,3 euro, cioè ad un livello inferiore di quello che si registrava anche prima la guerra in Ucraina. Ma non solo, il grafico è in picchiata: dal 15 dicembre ad oggi, il prezzo del gas è crollato del 50%. Ora Continuasse a non esserci più speculazione di borsa sul prezzo del gas, le prossime bollette dovranno necessariamente registrare un crollo nei prezzi. Così non fosse, il carobollette resterebbe soltanto figlio della volontà di speculazione delle varie compagnie di distribuzione. Tra queste ENI, partecipata di Stato. Dunque, la responsabilità maggiore dell’eventuale non crollo del prezzo dell’energia, sarebbe causa del Governo. Che intanto (per bocca del Ministro Giorgetti), smentisce il non crollo ed annuncia il crollo dei prezzi. Staremo a vedere. Davide Zedda Unisciti al Canale Telegram
Mostrar más ...
11 571
30
13 403
175
20 852
720
VIDEO | Emanuela Orlandi: tutta la verità (Parte 1) (Replica su vostra richiesta del 26 gennaio 2023) (Davide Zedda) Sostieni il canale e il mio lavoro per voi con una donazione: ecco il link 👉 Unisciti al Canale Telegram

file

12 562
68
***Vaccini: Prof. morta, indennizzo 77mila euro a famiglia*** Avv. Messina, "altri otto casi in Italia, cifra offensiva" (ANSA) - GELA, 02 FEB - La famiglia di Zelia Guzzo, l'insegnante di Gela, 37 anni, morta dopo 24 giorni dalla somministrazione del vaccino AstraZeneca avrebbe ottenuto dal ministero della Salute un indennizzo di 77 mila euro. Lo ha reso noto l'avvocato Valerio Messina, che assiste la famiglia.     "I periti nominati dalla procura - sostiene il legale - hanno stabilito come in altri otto casi in Italia, che la causa della morte fu proprio la somministrazione del vaccino basato sull'utilizzo dell'adenovirus. L'insegnante, madre di un bimbo di un anno e mezzo, è morta per una trombosi celebrale provocata dalla inoculazione del vaccino". La famiglia dell'insegnante definisce la cifra dell'indennizzo "irrisoria e offensiva per una perdita che ha provocato tanto dolore". Saranno risarciti il marito, il figlio e le sorelle. "La vita non ha prezzo - dice il marito della docente, Andrea Nicosia - ma questa somma è un'offesa per il mio bambino rimasto orfano a due anni. Abbiamo persino dovuto batterci per ottenerla. Mi sento doppiamente tradito dallo Stato". La famiglia adesso è pronta a dare battaglia. "Andremo avanti in sede penale e civile per avere giustizia", aggiunge il legale. La famiglia Guzzo, sempre secondo il legale, è stata la prima in Italia ad aver ricevuto l'indennizzo, a luglio scorso.     Recentemente sarebbero stati risarciti con la stessa somma anche i genitori di un insegnante 32enne di Genova, Francesca Tuscano.     In Italia sono otto le morti che sarebbero state accertate in seguito all'inoculazione di Astrazeneca. Anche loro sono in attesa di indennizzo da parte dello Stato. Zelia Guzzo è stata vaccinata il primo marzo del 2021; pochi giorni dopo ha iniziato a stare male Il 12 marzo è stata ricoverata all'ospedale di Caltanissetta, dove è morta il 24 marzo. (ANSA). 🛑CONDIVIDIAMO🛑 Unisciti al Canale Telegram    
Mostrar más ...
Davide Zedda (Giornalismo di inchiesta, informazione e controinformazione)
Giornalismo d’inchiesta, libero pensiero, libera informazione e controinformazione #ZS73
14 145
116
SERIE TV | 🎬 Utopia ➖ S1 EP05 ✏️ Ordine 2472 Nella zona rossa di St. Louis, Michael è davanti a una questione di vita o di morte. Mentre il pericolo aumenta, Jessica si trova faccia a faccia con qualcuno del suo passato. Unisciti al Canale Telegram

file

13 379
70
AUDIO | Buna cena 🍲 Non solo palinsesto: vi chiedo la cortesia di ascoltate con grande attenzione questo messaggio Davide Unisciti al Canale Telegram

file

13 507
7
14 103
153
Última actualización: 10.11.22
Política de privacidad Telemetrio